Durante i percorsi individuali spesso le persone mi chiedono come capire se una relazione è tossica. Il mio compito è proprio aiutarle a fare luce sulle difficoltà che incontrano nelle proprie relazioni. Mi accorgo che, quando arrivano e si raccontano, portano con sé una domanda di fondo: fino a che punto questa cosa che mi succede è sana?

 

C’è molta confusione tra le dinamiche poco piacevoli, ma che fanno parte della normale vita di coppia quando le farfalle nello stomaco si sentono meno, e i meccanismi davvero tossici.

 

Ti stai chiedendo cosa intendo per relazioni tossiche? Mi riferisco a tutti quei rapporti che ci impediscono di realizzarci come individui liberi, creativi, autonomi. Al contrario, invece, direi che una relazione è “nutriente” quando permette, a entrambe le persone in gioco, di crescere ed evolversi come individui nel rispetto dei propri bisogni (che sono sempre in cambiamento), dei propri valori e della propria natura.

 

Ok, ma concretamente come si fa a capire se quella relazione è buona per te oppure no? Qualche volta è difficile rendersene conto visto che ne siamo coinvolti.  In fondo è come stare in una stanza con l’aria viziata: finchè ci stai dentro non riesci a sentire che c‘è qualcosa che non va. Quando ti prendi delle occasioni per osservarti con un po’ di distanza e inizi a respirare aria buona puoi comprendere cosa ti soddisfa davvero.

 

In questo post ti dico alcune cose che per me sono segnali a cui vale la pena dare attenzione. Così puoi fermarti e osservarti cosi da capire se qualcuno di questi ti riguarda:

 

  1. L’altro è tutto per te e ti riempie. Ehi, se hai appena conosciuto questa persona e sei nella fase dell’innamoramento, ti capisco, è normale. Se quella fase è superata fermati a pensare: davvero vuoi che il tuo benessere e la tua sicurezza dipendano da un altro fuori di te? Cosa ti succederebbe se questa relazione si interrompesse?
  2. L’altro è importante per te ma finché rispetta le tue condizioni. Ad esempio, pensi che l’altro non ti capisca, non ti rispetti, non ti ami perché non è o non fa delle cose come vuoi tu. Sotto sotto (ma forse neanche tanto) ti piacerebbe che fosse un po’ diverso…quanto sarebbe bello poterlo cambiare? Questo desiderio può innescare dinamiche faticose e farti viaggiare sui binari diversi alla realtà. Poter guardare in faccia la diversità dell’altro e accoglierla profondamente ti lascerà davvero libero.
  3. Vorresti cambiare per piacere di più a lui/lei. Ti senti spesso in colpa per non essere o non riuscire a fare delle cose che potrebbero piacere al tuo partner. Questo è un segnale altrettanto importante a cui fare attenzione: le relazioni nutrienti ti permettono di vedere più risorse di te, non te ne sottraggono. Lo sguardo dell’altro getta luce su zone sconosciute di te permettendoti di amarle, non di svalutarle.
  4. Dai sempre più importanza ai bisogni dell’altro tralasciando i tuoi. Pensi che tu hai da rendere felice l’altro, che è proprio una tua responsabilità perché “se fai così, allora lui o lei si sentirà colì”. Quando fai così ti sovraccarichi di doveri svalutando le risorse dell’altro. Davvero ha bisogno di tutte le cose che ti adoperi a fare? Chiediglielo!
  5. Ti impegni per evitare di dire o fare delle cose perché pensi che potrebbero innescare dei conflitti. Evitare consapevolmente e ripetutamente di fare qualcosa che sarebbe spontaneo per te è una forma di autocontrollo con si concilia bene con l’intimità che invece è proprio la possibilità di toccarsi con le proprie differenze di opinioni, emozioni, sensibilità.

 

Se hai riconosciuto qualcuno di questi segnali ti riguarda e te ne sei accorto, sei sulla buona strada. Puoi iniziare a fare qualcosa per vederci più chiaro nella tua relazione e procurarti esperienze più nutrienti.

 

E se hai bisogno di aiuto puoi scrivermi, ti risponderò volentieri, oppure puoi valutare i percorsi individuali, dal vivo o su skype, o di coppia per iniziare a migliorare e rendere più sane le tue relazioni.

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER

Per non perderti anticipazioni sui corsi, sconti, spunti utili e anteprime.
In omaggio l’e-book 99 DRITTE PER VIVERE FELICE CON LE TUE IMPERFEZIONI (e farle diventare un punto di forza).

The following two tabs change content below.
Psicologa delle relazioni interpersonali. Amo accogliere e accompagnare verso il cambiamento le persone che attraversano un momento critico.