Educare, ascoltare

Un percorso di gruppo per genitori che si prendono cura di se stessi, per prendersi cura dei loro figli

cos’è

Educare, ascoltare è un percorso di gruppo per genitori che vogliono dedicarsi del tempo, per ascoltarsi e prendersi cura di se stessi per prendersi meglio cura dei propri figli. Perché educare fa rima con ascoltare prima ancora che con insegnare ed è un movimento che possiamo fare in due direzioni: verso l’interno ascoltando noi stessi, verso l’esterno ascoltando i nostri figli e i loro bisogni.

Incontro dopo incontro esploreremo i temi legati alla relazione con i nostri figli e l’impatto che hanno su di noi.

Lo scopo di questo gruppo è regalarti un po’ di tempo per stare a contatto con te, per ascoltare quello di cui hai bisogno e rigenerarti dallo stress e la fatica che comporta prendersi cura di loro. Insieme metteremo i riflettori sulle principali difficoltà educative e condivideremo dubbi ed esperienze

Potrai coniugare, tempo di riflessione per te e tempo per condividere con altri genitori le tue difficoltà in modo semplice ed informale, trovare spunti sulle strategie educative più efficaci e coltivare presenza e consapevolezza per prenderti cura dei tuoi figli.

come funziona:

Ci troviamo una volta a settimana online, su Zoom. Ovunque tu sei, puoi collegarti e trovare un gruppo di persone desiderose come te di prendersi uno spazio per respirare, riversare le loro fatiche e uscirne un pochino più rigenerate.

Durante ciascun incontro, darò qualche spunto per avviare la riflessione sul tema e faremo esperienze pratiche attraverso pratiche di mindfulness, spunti di scrittura espressiva e  dinamiche di gruppo. Non esiste un modo giusto per fare i genitori ma infiniti modi per vivere serenamente insieme ai nostri figli: ognuno di noi cercherà di affinare il suo. Infine, facciamo spazio alle condivisioni delle esperienze e alle domande.

Tra un incontro e l’altro riceverai un “compito per casa” o meglio l’invito a focalizzare l’attenzione su un particolare aspetto in vista della tappa successiva.

riassumendo:

}

un po' di tempo per te

Una volta alla settimana ti metti al primo posto e ti dedichi del tempo per te

un gruppo di genitori da incontrare, online

Ci ritroviamo ogni settimana su Zoom, per approfondire un tema educativo
U

un tema alla volta

mettiamo i riflettori su un tema per volta, per guardarci dentro e trovare soluzioni più efficaci

Esperienze per approfondire

Passiamo dalla teoria alla pratica mettendoci in gioco per approfondire le dinamiche nella relazione tra te e tuo figlio
w

un momento per condividere

le intuizioni che condividi restano e creano relazioni; le esperienze che doniamo arricchiscono tutti
U

tutte le tue domande

Un posto in cui fare le domande che ti frullano dentro: le risposte al “cosa sto sbagliando?” le troviamo insieme

Fa per te se:

  •  ti senti stanco e affaticato da queste settimane eccezionali di quarantena in cui prendersi cura dei propri figli è più complesso del solito
  • non ti concedi mai del tempo per te, perché “prima vengono loro”
  • di giorno ti senti irritabile e stressato e alla sera arrivi sfinito e stressato,
  • dici che non hai mai tempo ma ti ritrovi a navigare online da una pagina all’altra per almeno mezz’ora al giorno,
  • hai fatto l’esperienza dei precedenti incontri su zoom e vorresti approfondire,
  • ti piace condividere le tue impressioni con altre persone anche se la sola idea un po’ ti intimorisce
  • ti metti sempre in dubbio su quello che fai con tuo figlio e vuoi trovare un modo per riacquistare sicurezza e serenità rispetto alle tue scelte

cosa dice chi ha partecipato:

 
Fermarsi e dedicarsi uno spazio non è sempre così semplice e scontato!! Nonostante la linea che mi dava problemi, facendomi perdere qualche pezzo, durante l’incontro mi sono ‘rasserenata’ ed ho pensato che sarebbe stato proprio un peccato perdere quell’occasione!! All’incontro di ieri più che parlare e condividere mi sono dedicata uno spazio per stare ed ascoltare, e mi sono ‘riempita’ dell’esperienza delle altre che ho scoperto essere cosi vicine alle mie…sentendomi meno ‘sola! Li trovo belli, nutrienti, mi fanno bene al cuore…mi piace il tuo approccio, la positività e il tuo continuare ad evidenziare che: va bene, vai bene così, ti puoi concedere di…puoi sperimentarti…puoi accudire i tuoi bisogni e quelli dell’altro, l’uno non esclude l’altro… sarà perché sono molto dura con me stessa, molto ligia al dovere, molto proiettata sull’altro e razionale…Ne sono stata contenta, tanto!! Pensa che ancora oggi mi risuonano delle cose…più dell’altra volta. Marianna Africola

Questo percorso ha scavato dentro e ha aperto un varco di esplorazione nuova. È stata un’occasione di crescita, di “rinnovo del lievito-madre” (mi piace usare questa espressione perché mi pare proprio l’esperienza che sto facendo in questo percorso).

Mi ha aiutato a diventare consapevole, a cucire con il mio “ieri” e saper rispondere e non reagire oggi. Ho apprezzato molto l’incontro sulla gestione del conflitto ed è stata una scoperta imparare a rispondere e non reagire

 

Rita

Ho trovato utile il confronto e alcune dritte tue per capire cosa c’è dietro le mie reazioni e quelle di mio figlio lo consiglio in primis a chi sente di aver perso il bandolo della matassa o che sta sbagliando tutto o che non sa più che pesci prendere. Il confronto con gli altri ti fa sentire che non sei sbagliato, nè solo e che certe dinamiche bisogna solo imparare come gestirle ma capitano a tutti

Mi è piaciuto molto l’incontro sul conflitto e su come imparare a riparare e quello sull’essere due genitori (ognuno con il suo stile), ma ogni incontro mi dava tanto nessuno è stato superfluo o inutile.

Serena

Mi sono iscritta a questo percorso perché avevo bisogno di trovare un altro modo per educare i miei bambini. Perché quello vissuto e che ora mi accorgo di mettere in pratica con i miei bambini mi fa star male.

Dopo sei settimane mi sento un puzzle rotto, ma che per ricostruirsi ha bisogno di perdonare e accettare quello che è stato.

Questo corso è stato davvero una bomba. Mi ha stravolto, e ne sono felice! Lascio il vittimismo che spesso mi ha tenuto bloccata per darmi la possibilità di riunire i pezzetti, di volermi bene e di donare amore alle tre creature più importanti della mia vita: la me piccola, Luigi e Bianca.

Vi ringrazio davvero tanto!

Romina

Durante questo percorso mi sono sperimentato a fare le cose di ogni giorno con l’ottica del “posso” al posto di quella del “devo” e questo mi fa “liberare” energie che posso meglio mettere a servizio di mio figlio, di mia moglie e di me. Ho trovato molto utili le pratiche di consapevolezza proposte, per la necessità di avere una “guida” per apprendere queste tecniche. Difficile dire cosa mi è piaciuto di più… Sicuramente la scoperta di poter imparare e riparare, di poter sbagliare per imparare e di poter rispondere anziché reagire! Mi porto a casa inoltre, il desiderio di lavorare su di me, per crescere e migliorare: di sicuro un bel regalo per me e per la mia famiglia.

Grazie di tutto questo, donatoci in maniera professionale e competente.

Stefano

Saranno 6 incontri di un’ora e mezza, a cadenza settimanale, che ci accompagneranno da metà maggio a fine giugno. Ci troviamo il sabato mattina dalle 9:30 alle 11 a partire dal 23 Maggio, su Zoom.

Se preferisci un’altra fascia oraria, scrivimi cosi ne posso tenere conto per un altro gruppo.

 

Se ti è possibile collegati da un posto tranquillo in cui puoi portare l’attenzione dentro, senza troppe distrazioni. Se i tuoi figli sono li con te vediamo insieme cosa possiamo fare per occuparli mentre tu ti ritagli questo tempo per te. Procurati una sedia, un cuscino o un tappetino comodo per partecipare al meglio alla parte esperienziale.

PERCHÉ SI COMPORTA COSI? Come ascoltare i bisogni profondi, fidandoci di noi stessi

Dietro i comportamenti problematici dei nostri figli spesso ci sono emozioni e bisogni che chiedono di essere ascoltati. Come gestire la rabbia, la tristezza, la paura, la delusione e la frustrazione di tuo figlio? Insieme, vediamo come fare per decifrare i suoi bisogni e soddisfarli in modo adeguto a seconda della sua età.

GESTIRE I CONFLITTI E IMPARARE A RIPARARE

I conflitti fra genitori e figli ci esasperano sempre tanto ma sono i momenti in cui possiamo conoscerci meglio e attraverso i quali possiamo educare di più- Lo so, sono faticosi ma possiamo trarne qualcosa di buono! Vediamo insieme come fare.

ALTERNATIVE ALLE PUNIZIONI E COMPLIMENTI CHE FANNO CRESCERE

Se tuo figlio non ti ascolta, ti sfida o protesta, noi possiamo trovare il modo per contenerlo, regolare i comportamenti e confortarlo. Insieme mettiamo i riflettori sui riconoscimenti che li aiutano a crescere e i messaggi che indeboliscono la loro autostima e incentivano la ribellione.

Lo faremo prima su di noi cosi da saperlo fare anche con loro.

LE EMOZIONI DIFFICILI DEI GENITORI: PAURA DI SBAGLIARE, SENSI DI COLPA, VERGOGNA

Ci sono delle emozioni difficili che sperimentano tutti i genitori e che possono interferire perché ci inducono a metterci sempre in dubbio e appesantirci con i sensi di colpa. Cosa possiamo fare invece per sostenerci e rassicurarci anziché criticarci?

DUE GENITORI, OGNUNO CON IL SUO STILE

Se sei spesso in disaccordo con il tuo partner rispetto alla linea educativa da seguire vediamo insieme cosa è più utile fare fra voi e con i vostri figli, per mantenere le vostre differenze collaborando per il loro bene.

COME PROCURARSI MOMENTI DI PIACERE CONDIVISO

Quando viviamo una difficoltà nella relazione con nostro figlio, i momenti di piacere in cui riusciamo a ricaricarci insieme a loro sono pochi. Ma sono i momenti di maggiore contatto che rinforzano il legame. Vediamo come procurarceli.

cosa ottieni CON

L’ISCRIZIONE

  • 6 incontri, a cadenza settimanale, di 1 ora e mezza,
  • Un kit di benvenuto direttamente a casa tua che fungerà da diario di bordo per tutta l’esperienza
  • La possibilità di confrontarti ogni incontro con me e con il gruppo su quello che emerge e ti tocca
  • L’audicorso con box di Sintonia per genitori in prossima uscita, a Giugno. Grazie alle traccie audio potrai continuare ad ascoltarti ed approfondire il tema; nella box trovi giochi e supporti educativi per mettere in pratica con tuo figlio quello di cui parliamo. Potrai cosi, continuare a prenderti cura di te attraverso l’ascolto e qualche pratica di mindfulness per genitori e prenderti cura dei tuoi figli attraverso il gioco e specifiche attività.

prenota il tuo posto

La quota di iscrizione al gruppo per genitori è di 180 euro: puoi pagare in un’unica rata oppure in due rate da 90 euro (Se preferisci questa opzione, scrivimi a info@claudiamandara.it e ti dò tutte le indicazioni). Se sei in possesso di un buono sconto, inseriscilo al momento del pagamento. 

180,00€ – ACQUISTA

Domande frequenti

 

Che succede se non posso venire a qualcuno degli incontri previsti?

Se non riesci a partecipare ad un incontro su sei previsti puoi scrivermi (prima della data a cui mancherai) le tue domande sul tema ed io mi rendo disponibile a ritornarci nell’incontro successivo. Se sai già di non poter partecipare a 2-3 incontri invece ti sconsiglio di iscriverti in questo momento: questo gruppo è anche un pretesto per regalarci del tempo e per imparare a farlo.

Tra un incontro e l’altro c’è la possibilità di condividere come gruppo?

Per chi lo desidera, si. Questa è una scelta di ogni singolo partecipante aderire ad un gruppo facebook dedicato a questo: abbiamo sperimentato che è un buon modo per continuare a condividere le esperienze sui temi affrontati fra un incontro e l’altro e rimanere collegati. Ma se non lo preferisci, nessun problema: rimani connesso comunque ricevendo le mie mail e il link ad una cartella Drive dove trovi tutti i materiali di approfondimento utili. E poi ci ritroviamo in gruppo, all’incontro successivo, pronti ad ascoltarti!

Posso pagare con bonifico?

Si, se preferisci pagare con bonifico, scrivimi che ti invio i dati!