Stress e ansia non sono la stessa cosa

Stress e ansia non sono la stessa cosa

A volte, nel linguaggio comune usiamo indifferentemente questi termini per spiegare come stiamo, quasi fossero la stessa cosa. E invece sono due esperienze che hanno delle caratteristiche simili ma parlano una lingua del tutto diversa e chiedono risposte differenti. Dare il nome giusto alle cose che viviamo è il primo passo per prendercene cura, rispondendo in modo diverso al bisogno specifico che ogni emozione segnala.

Abitare la noia: spunti di sopravvivenza per adulti e bambini

Abitare la noia: spunti di sopravvivenza per adulti e bambini

In questi giorni di pausa forzata ho ascoltato molte domande e molte esperienze sulla difficoltà di gestire e vivere questo tempo ritrovato -e tuttavia stressante- nella nostra casa e con i nostri figli.
Quando la routine si scombina, dopo un po’ di giorni privi delle nostre abitudini, incontriamo la noia. Come affrontarla evitando che diventi una tortura? Come gestire quella dei nostri figli a casa senza le attività che strutturano il loro tempo? In questo post vediamo insieme perché ci annoiamo e cosa possiamo fare per vivere al meglio questa esperienza.

Impara a ricevere (e chiedere)

Impara a ricevere (e chiedere)

Nelle relazioni più significative, in quelle di coppia, spesso diventa più facile focalizzarci a dare, ad essere per l’altro (un bravo compagno, un buon genitore ecc..). L’attitudine a ricevere e a chiedere quello che desideriamo ricevere, rimane sullo sfondo, come fosse una cosa disdicevole per chi ama. Il punto è che imparare a chiedere e stare a proprio agio nella posizione di ricevente è altrettanto importante per l’equilibrio di una relazione d’amore. Sia per stabilire una buona reciprocità, sia per fa si che ognuno mantenga una buona sintonia con se stesso e i propri bisogni, prima che con l’altro.

Non siamo vasi comunicanti: il contagio emotivo nella coppia

Non siamo vasi comunicanti: il contagio emotivo nella coppia

Una cosa che mi colpisce sempre è osservare come le persone a volte si disperdano dentro certe relazioni. Magari gli è possibile riconoscere cosa vogliono o cosa sentono mentre sono sole ma quando entrano in contatto con l’altro, questa percezione diventa meno nitida, diventa più sfocata e va in secondo piano. A volte s’annacqua, a volte subisce un vero e proprio contagio.
Ci lasciamo condizionare dall’umore dell’altro, diventiamo troppo permeabili e attribuiamo all’altro la responsabilità di ciò che sentiamo. Finiamo per dire cose cosi: “mi fai arrabbiare, mi deprimi, mi fai sentire inadeguata, mi costringi ad essere geloso ecc…”. Ci pensiamo come vasi comunicanti e invece non è cosi: le emozioni non sono contagiose e c’è un altro modo per rimanere intimi. Vediamolo insieme.

Come reagire ai momenti no?

Come reagire ai momenti no?

Quando viviamo un momento difficile o semplicemente una giornata no in cui non ci sentiamo al top delle nostre risorse, spesso ci sentiamo incalzati da consigli energici e perentori su cosa dovremmo fare per reagire, per ritornare ad essere di buon umore, ottimisti,...
Che significa ascoltarsi?

Che significa ascoltarsi?

  Nel frastuono delle nostre giornate, mentre corriamo tra mille impegni qua e là, quasi partecipassimo a una corsa ad ostacoli, può capitare di non riuscire più a sentire quello che davvero vogliamo, quali emozioni stiamo provando o di che cosa abbiamo davvero...