“Tu non mi ascolti mai”: come ascoltarsi per comprendersi

“Tu non mi ascolti mai”: come ascoltarsi per comprendersi

Ci capita spesso di non sentirci compresi o di fare l’esperienza che l’altro non ci stia ascoltando con piena attenzione. Quante volte abbiamo detto o ci siamo sentiti dire “Tu non mi ascolti” oppure “Tu non mi capisci”? In quelle situazioni, soprattutto se questo avviene nelle relazioni più intime come in quelle di coppia, sperimentiamo un profondo senso di solitudine; una distanza che ci procura sofferenza.

Perché non mi capisce?

Perché non mi capisce?

Quante volte nelle relazioni intime facciamo l’esperienza che l’altro non ci capisce? A volte vorremmo essere intuiti e non parliamo, altre volte parliamo ma non ci capiamo. Cerchiamo la comprensione logica ma non ci sentiamo capiti perchè ci sfugge la comprensione emotiva di noi e dell’altro. La comunicazione diventa difficile quando qualche emozione non viene rispettata ed interferisce. Le emozioni però nelle relazioni sono come porte che possono dividere e separarci o unirci. Vediamo come riconoscerle.